Area Stampa

Nell’anno 2012, invece, si è collocata tra le 22 aziende italiane, cofinanziate dal Ministero dell’Ambiente, per avviare progetti innovativi di riduzione dei gas serra; è entrata a far parte cioè di un ristretto gruppo di imprese che il ministero ha individuato attraverso il bando per l’analisi dell’impronta di carbonio nel ciclo di vita dei prodotti.

"Di Redazione "Il Denaro"  giovedì 26 aprile 2012

Imprese eco-sostenibili: due società campane nella top 22 del ministero

Due aziende campane tra le 22 assegnatarie del co-finanziamento del ministero dell’Ambiente per avviare progetti di riduzione dei cosiddetti gas serra. La Lete dell’imprenditore casertano Nicola Arnone e la Sorrento Sapori e Tradizioni, infatti, entrano a far parte di un ristretto gruppo di imprese verdi che il ministero ha individuato attraverso il bando per l’analisi dell’impronta di carbonio nel ciclo di vita dei prodotti di largo consumo.

I VANTAGGI

Ma quali sono i vantaggi del programma ? Secondo il ministero “la misurazione della carbon footprint, l’elaborazione di misure per la riduzione dei gas serra nei processi produttivi, la diffusione di buone pratiche in questo campo rappresenta per il sistema delle aziende italiane un driver non solo ambientale ma anche di competitività visto il rilievo e l’importanza che oggi sul mercato viene dato ai requisiti ecologici dei prodotti. La sperimentazione su vasta scala della metodologia del calcolo dell’impronta di carbonio – è il pensiero espresso attraverso una nota – diventa quindi anche un importante strumento di sviluppo economico e commerciale nell’ottica di un’economia sempre più sostenibile”.

I SOGGETTI AMMESSI

Le due imprese campane entrate nella top 22 hanno alle spalle una lunga tradizione di azioni rivolte a ridurre l’impatto ambientale della produzione. La Società Generale delle Acque Minerali, di proprietà della famiglia Arnone, è un colosso da 800 milioni di litri l’anno che per la natura stessa dell’attività, estrazione e imbottigliamento di acqua dalle sorgenti del casertano, propende verso interventi a tutela dell’ecosistema. Sorrento Sapori e Tradizioni, invece, è un’azienda emergente del settore agroalimentare: costituita nel 2001 dagli imprenditori Antonino Esposito e Roberto Savarese per stessa ammissione dei fondatori “coniuga tradizione e innovazione” producendo pane, pizza e ripieni. Tutto secondo le antiche ricette ma senza tralasciare la tecnologia.

Le aziende individuate hanno già partecipato a un Tavolo col ministero per individuare i prodotti da sottoporre ad analisi sull’impronta del carbonio, individuare le misure da attuare per ridurre le emissioni di gas serra, studiare un piano di comunicazione per trasmettere al pubblico l’entità dei vantaggi che derivano dall’abbattimento degli agenti inquinanti. Enz. Sen.

Progetti di riduzione dei gas serra

Le aziende campane selezionate: Sorrento Sapori e Tradizioni - Lete"